Polo Scolastico_Scuola materna, Auditorium, Biblioteca
San Potito Sannitico, Caserta, Italia
2017

Il progetto è vincitore di uno dei due bandi pubblici indetti nel 2013 dal Comune di San Potito Sannitico (Caserta, Italia) in cui era prevista la realizzazione di un plesso scolastico che ospitasse i diversi livelli di istruzione e allo stesso tempo essere fruibile da tutta la comunità anche al di fuori dell'orario scolastico grazie alla presenza di strutture aggregative e culturali. Il progetto è così definito dall'auditorium, da 218 posti a sedere, dalla biblioteca con laboratori e dalla scuola materna per 45 bambini; questi manufatti, i vari percorsi coperti dei portici e gli spazi verdi che integrano l'edificio definiscono il sistema del "parco urbano per l'educazione e la cultura". Spazi avvolgenti, con prospettive diverse in ogni punto e percorsi ricchi di scorci e viste, fanno sì che il luogo sia vissuto nella sua continua evoluzione, invitando alla scoperta di spazi vitali, ritrovandosi ora fuori, ora dentro, senza una netta separazione. Si sviluppa in armonia con l'ambiente circostante, integrandosi orizzontalmente nel paesaggio e accogliendo i declivi naturali del terreno. Il design degli spazi didattici permette ai bambini di avere uno spazio di gioco all'aperto che è allo stesso tempo limitato ad un perimetro controllabile definito dal portico, elemento di raccordo e filtro tra interno ed esterno. La luce naturale penetra all'interno dei manufatti e si riverbera in essi, creando movimenti e giochi di luci e ombre a volte inaspettati. Particolare attenzione è stata data anche allo studio dell'accessibilità: i percorsi permettono di raggiungere i vari ambienti da parte di tutti gli utenti, indipendentemente da eventuali capacità motorie minori. L'innovazione didattica insita nella proposta progettuale sta nella concezione archetipica degli spazi di apprendimento. La forza del progetto sta nell'utilizzo di antiche tecnologie per una nuova architettura. Realizzato con un compasso tridimensionale, l'organismo edilizio proposto crea gli elementi verticali e di copertura in un unico gesto consequenziale, senza interruzione tra gli elementi costruttivi e si sviluppa in totale accordo con l'ambiente circostante, estendendosi orizzontalmente al suo interno ed accogliendo le pendenze naturali del la terra.

Team dei progettisti

Architetto Fabrizio Carola, 

Architetto Luigi di Pietro, 

Architetto Stefania Vestuto, 

Architetto Luciano Ricigliano, 

Architetto Fabio di Muccio